Chi siamo

Il CAI sezione di Avezzano:

SPORT, PASSIONE PER LA MONTAGNA, AMORE PER L’AMBIENTE 

In Abruzzo le sezioni sono 22 e riuniscono quasi 5 mila soci.

La sezione di Avezzano, con le sue sottosezioni di Rosciolo, Pescina e Luco dei Marsi, conta oggi oltre 400 iscritti. La sua costituzione risale al 1929 ad opera di appassionati dell’epoca che hanno attraversato alcuni dei momenti più difficili della storia d’Italia ma sono riusciti con impegno e convinzione, a portare fino ai nostri giorni questa realtà.

Alcuni passi importanti sono stati compiuti negli anni ’80, quando fu realizzata la segnaletica su tutto quel territorio che nel 1989 è diventato Parco Naturale Regionale Sirente – Velino, da cui nacque la prima carta dei sentieri del Velino e del Sirente. In quello stesso periodo fu fondata la stazione di Avezzano del CNSAS, Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico.

La nascita del Parco Sirente Velino ha contribuito a far aumentare di anno in anno il numero degli iscritti della sezione di Avezzano e ad accrescere la loro sensibilità verso l’ambiente, prendendo a cuore la conoscenza e la difesa della natura del territorio, così come vuole lo Statuto del Club Alpino Italiano, già dall’epoca della sua costituzione.

 La passione per la frequentazione della montagna si unisce così al desiderio di poter tramandare alle generazioni future la possibilità di godere della natura straordinaria che ci circonda. Nel momento storico attuale, la tutela dell’Ambiente in senso generale, minato da più parti, non è un “fatto scontato”, è anzi un impegno a cui ogni cittadino deve rivolgere la propria attenzione. Noi lo abbiamo sempre fatto, nella duplice veste di cittadini e di appartenenti a un nobile Club, e ogni giorno faremo qualcosa in più affinché sia trasmesso a chiunque vorrà ascoltare la nostra voce, il messaggio forte e purtroppo di allarme, di fare tutto ciò che può a difesa dell’Ambiente in cui viviamo. 

Tra le numerose attività svolte dalla nostra Sezione, con orgoglio, dal 2013, portiamo avanti il progetto “La Montagna e l’Uomo” nato dalla collaborazione avviata dal CAI nazionale con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. Quasi 130 ragazzi, sono stati avviati a questa attività da due nostri soci, loro insegnanti, e accolti a braccia aperte nel nostro sodalizio in cui operano numerosi soci titolati con la qualifica ufficiale di Accompagnatore (A.E. – A.S.E.) , dai quali potranno solo ricevere grandi insegnamenti su tutti i temi ambientali,  sul rispetto delle norme di sicurezza (SICURinMONTAGNA CON IL CAI) , sui valori morali, l’amicizia, l’altruismo, il rispetto del prossimo, l’umiltà di fronte ai limiti delle proprie capacità e alla grande forza della Natura.

Per chiunque ami e frequenti l’ambiente montano, iscriversi al CAI significa entrare a far parte di un’associazione dai sani principi, in cui la sicurezza è al primo posto e ciascun socio è coperto da assicurazione per tutte le attività promosse dalla sezione.